Agricoltura, i gilet arancioni chiedono 100 milioni per la gelata

Gli olivicoltori pugliesi chiederanno al Governo 100 milioni di euro di risarcimento per le gelata del febbraio 2018. La richiesta arriva dal tavolo c

Viabilità provinciale, Gatta: Situazione gravissima
In Puglia più scorie e radiazioni che in zone con centrali atomiche
CO.CO.CO LICENZIATI DOPO 20 ANNI A MONTE SANT’ANGELO, LA SOLIDARIETÀ DI GATTA (FI)

Gli olivicoltori pugliesi chiederanno al Governo 100 milioni di euro di risarcimento per le gelata del febbraio 2018. La richiesta arriva dal tavolo che si è riunito alla Regione Puglia al quale hanno partecipato il governatore Michele Emiliano, il presidente del Consiglio regionale, Mario Loizzo e una delegazione dei Gilet Arancioni, il coordinamento che raggruppa le organizzazioni Agci, Associazione frantoiani di Puglia, Cia, Confagricoltura, Confocooperative, Copagri, Italia olivicola, Legacoop, Movimento nazionale agricoltura, Unapol, Liberi agricoltori.

Dal tavolo è emerso un «fortissimo appello all’unità di tutto il mondo agricolo nella gestione delle due emergenze, Xylella e gelata» ha detto a margine il presidente Emiliano. In particolare sulla gelata «i risarcimenti che il Governo deve dare all’olivicoltura pugliese» ammontano ad «almeno 100 mln di euro» ha detto Emiliano, richiesta «che il ministro esaminerà quando nei prossimi giorni verrà a Bari». «Sulla Xylella – ha continuato – a breve concorderemo una piattaforma comune per integrare il decreto che il ministro sta preparando e stiamo cominciando a prendere in esame la possibilità di svolgere, all’interno della fascia di contenimento, attività straordinarie per rallentare ulteriormente l’espansione della malattia».

Con riferimento alla distribuzione dell’acqua e ai consorzi di bonifica, commissariati dalla Regione a causa di buchi di bilancio, «tra pochi giorni – ha annunciato Emiliano – bisognerà decidere se devono proseguire la loro strada venendo restituiti alle aziende agricole, o se invece la distribuzione dell’acqua debba essere assegnata all’Acquedotto pugliese». A margine della riunione, che si è aggiornata per il primo incontro tecnico al prossimo 16 gennaio, il portavoce dei Gilet Arancioni, Onofrio Spagnoletti Zeuli, si è detto «soddisfatto di questa lunga chiacchierata. Il presidente Emiliano ha mantenuto gli impegni ed è molto importante anche aver richiamato all’unicità del mondo agricolo. Ci siamo dati una tabella di marcia molto stretta per portare risposte concrete in tempi brevi»

COMMENTI

WORDPRESS: 0