CONFIMPRESAITALIA, L’INTERVENTO DI TASSO

Dopo la recente costituzione delle 6 sedi territoriali (Bari Città Metropolitana, Brindisi, Taranto, Lecce, Foggia e Bat) sancita il 21 novembre 2019

Peschici, sequestro di nuovo il lido bar-ristorante in zona Jalillo
Slot e scommesse, in Puglia «giocati» 4 miliardi solo nel 2018, tutti i dati
Manfredonia-Foggia, corse sostitutive soppresse: “Ennesimo schiaffo ai pendolari sipontini”

Dopo la recente costituzione delle 6 sedi territoriali (Bari Città Metropolitana, Brindisi, Taranto, Lecce, Foggia e Bat) sancita il 21 novembre 2019 a Casamassima, si è passati senza indugio alla fase successiva, quella costituente degli organi direttivi e collegiali regionali con l’elezione del presidente, del consiglio e della giunta esecutiva avvenuta nei giorni 1 e 2 febbraio 2020 a San Giovanni Rotondo alla presenza dei vertici dell’associazione. Con decisione unanime, la presidenza è stata affidata al foggiano Gennaro De Martino, affiancato dal vicepresidente Massimo Cassano, i quali con Tommaso Moro, Luigi Valente, Alessandra Giusti, Mariangela Leonetti, Giorgio Cicerale, sono stati nominati componenti della giunta esecutiva.

“L’attuale C.D. è stato composto in maniera paritetica ovvero con due componenti per ciascuna provincia – ha spiegato il presidente nazionale Luigi Manganiello – ma al prossimo rinnovo delle cariche, le sedi territoriali verranno rappresentate in base al numero dei rispettivi iscritti”: un’esortazione a crescere ma anche a radicarsi nel territorio con strutture efficienti e staff qualificati. Ai lavori della seconda giornata, coordinati dal giornalista del Tg2 Daniele Rotondo, pugliese di nascita ma da oltre 20 anni in forza alla Rai, hanno partecipato diversi rappresentanti istituzionali la cui presenza è stata significativa dell’attenzione dagli stessi attribuita alla manifestazione.

Atteso ma assente per impegni legati alla sua carica di sottosegretario al ministero affari esteri e della cooperazione internazionale, sen. Ricardo Antonio Merlo – rappresentato dall’On. Antonio Tasso – che ha fatto giungere il suo saluto dal Venezuela dove era in missione per conto del governo italiano.

“I piccoli imprenditori pugliesi chiedono servizi e infrastrutture, ma anche una burocrazia più snella e agevolazioni per l’accesso al credito: e noi, sia come politici che amministratori, abbiamo il dovere di accogliere queste istanze e portarle a soluzione – ha detto il parlamentare di Manfredonia Antonio Tasso, Gruppo Misto-Maie – Le grandi sfide dell’imprenditoria regionale pugliese riguardano lo sviluppo delle politiche agroalimentari, dei servizi territoriali e del turismo, fortemente attrattivo, ma che necessita di supporto infrastrutturale”.

Per Giandiego Gatta, vicepresidente del consiglio regionale pugliese, “la pmi costituisce l’ossatura reale del Paese, ma è sistematicamente danneggiata da una politica economica e fiscale che impedisce agli imprenditori di reinvestire gli utili e di creare nuova occupazione, e da una eccessiva burocratizzazione e procedure farraginose anche per le pratiche più semplici che stroncano spesso sul nascere l’ambizione di creare benessere per sé e per gli altri”. L’intervento conclusivo è stato del governatore Michele Emiliano: “prendere l’iniziativa nel nostro Paese non è da tutti…Per non dire poi di quelli che aspettano che sia qualcun altro a farlo e che se va male, se ne lamentano pure. Ma ci sono anche tante persone che vogliono provarci – ha detto – e vanno incoraggiate”.

Sul tema della internazionalizzazione Confimpresaitalia ha plaudito all’impegno che la Regione Puglia ha profuso nelle politiche di sostegno delle imprese pugliesi e dei sistemi produttivi locali interessate, in numero crescente, ad aprire ai mercati esteri. Confimpresaitalia è un’associazione di categoria nazionale datoriale che si prefigge di rappresentare e tutelare gli imprenditori e lavoratori autonomi del commercio, industria, agricoltura, artigianato, turismo e altre professioni, in ambito sindacale, economico-finanziario, tecnologico e ambientale, erogando una serie di servizi qualificati, necessari a rendere competitive sul mercato nazionale ed estero le piccole e medie imprese in quanto esse costituiscono il motore principale dello sviluppo economico italiano.

Attraverso le sedi estere in Albania, Svizzera, Inghilterra, Cina, Angola, Sierra Leone offre per le proprie imprese assistenza export, credit risk, fiere, strategie e analisi di mercato, pianificazioni per delocalizzazioni e aperture di uffici di rappresentanza, contrattualistica in materia di diritto internazionale.

COMMENTI

WORDPRESS: 0