Puglia: tumore a cervello e utero rimosso in un’unica operazione su una 59enne: intervento da record al Policlinico

Due tumori rimossi in una seduta operatoria. Il doppio intervento chirurgico è avvenuto al Policlinico di Bari, tutto si è svolto in un'unica seduta o

Città Dinamica: “per uno sviluppo urbano armonioso e identitario”
Ritrovato vivo Nicola, il piccolo scomparso da due giorni nei boschi
Covid frena in Puglia, 42 nuovi contagiati su 6mila tamponi. Situazione sotto controllo nel Foggiano: 7 positivi

Due tumori rimossi in una seduta operatoria. Il doppio intervento chirurgico è avvenuto al Policlinico di Bari, tutto si è svolto in un’unica seduta operatoria durata quasi 8 ore: prima i ginecologi hanno provveduto all’asportazione dell’utero, poi i neurochirurghi hanno rimosso le metastasi cerebrali per un rarissimo caso di carcinoma endometriale metastatico al cervello.La donna, 59 anni, è salva grazie all’intervento tempestivo della task force multidisciplinare composta dagli specialisti delle unità di Ginecologia e ostetricia e di Neurochirurgia. Alla donna, già affetta da sclerosi multipla, sono stati riscontrati un tumore all’endometrio che aveva provocato, a sua volta, l’insorgenza di tumore cerebrale. La donna era arrivata al pronto soccorso del Policlinico a seguito di importanti disturbi dell’attenzione e del linguaggio manifestatisi da circa una settimana prima e peggiorati nel corso dei giorni.Si è attivata subito una task force multidisciplinare che ha deciso di proporre alla paziente un intervento chirurgico “combinato” altamente complesso con una prima parte affidata al team ginecologico (professore Ettore Cicinelli e professore Marco Marinaccio) che ha eseguito l’asportazione dell’utero; la seconda parte è stata affidata al team neurochirurgico dei professori Francesco Signorelli e Carlo Del Vecchio che ha eseguito la rimozione della lesione cerebrale metastatica. La paziente ha avuto un decorso postoperatorio ottimale e una dimissione protetta presso un istituto di riabilitazione dopo 12 giorni di ricovero sotto osservazione.

Ettore Cicinelli, ginecologo e docente universitario

COMMENTI

WORDPRESS: 0