Foggia eliminato dai Playoff, a Chiavari si frantuma il sogno promozione. Compleanno amaro per Zeman

Il 12 maggio è una data molto significativa: il Foggia compie 102 anni, mentre Zeman festeggia il suo settancinquesimo compleanno. Questo giorno p

Coldiretti, domani al via vaccini a braccianti stranieri: si parte nell’hub di Foggia
Nessuna traccia del pescatore disperso: sei giorni fa la scomparsa, tornano i sommozzatori a Cala della Pergola
Casa Sollievo prende la temperatura a chiunque accede in ospedale.

Il 12 maggio è una data molto significativa: il Foggia compie 102 anni, mentre Zeman festeggia il suo settancinquesimo compleanno. Questo giorno può entrare anche nella storia del Foggia in base all’epilogo del ritorno degli ottavi playoff che i rossoneri disputano contro l’Entella. Squalificati Di Pasquale, Gallo e Rizzo, Zeman si affida a Girasole, Garofalo e Martino. Le scelte del boemo (4-3-3): Dalmasso; Garattoni, Sciacca, Girasole, Martino; Rocca, Petermann, Garofalo; Merola, Ferrante, Curcio. L’Entella replica con un 4-3-2-1: Borra, Coppolaro, Pellizzer, Sadiki, Barlocco; Rada, Palmieri, Karic; Schenetti, Meazzi; Merkaj. Dopo il successo ottenuto quattro giorni fa, i rossoneri passano il turno anche con un pareggio.

La cronaca
L’Entella parte fortissimo e al 7′ Rada dalla lunga distanza beffa Dalmasso e porta in vantaggio la sua squadra. Il Foggia non riesce a reagire e al 14′ Garofalo viene ammonito per un intervento in ritardo. Al 24′ Sciacca si incunea tra le maglie azzurre, ma il suo tiro è troppo centrale. Al 38′ Garattoni serve un cross invitante a Merola che gira di testa: il pallone esce non di molto. Al 43′ Girasole entra in maniera scomposta su Merkaj, anche lui viene ammonito. Il primo tempo, sbloccato subito dalla Virtus Entella, finisce 1-0.

Pronti, via. Inizia il secondo tempo e il Foggia ci prova subito con Garofalo, murato da Borra. Al 53′ Petermann raccoglie una respinta corta della difesa avversaria, stoppa e sigla l’1-1 in diagonale sotto la curva rossonera. Saltano i nervi ai calciatori dell’Entella e un minuto dopo i padroni di casa rimangono in dieci: Schenetti rifila un colpo al volto a Girasole a palla lontana, l’arbitro non ha dubbi e lo espelle. Al 60′ Petermann, autore del pareggio, abbandona il campo per infortunio, entra Di Paolantonio. Esce anche Merola che lascia il posto a Turchetta. Al 67′ Rocca sfiora l’incrocio dei pali con un bolide dalla trequarti, pallone alto. Nonostante l’inferiorità numerica, al 72′ la Virtus Entella torna in vantaggio: sugli sviluppi di un fallo laterale, il Foggia non riesce a respingere il pallone e Capello realizza il 2-1. All’83’ Zeman sostituisce Garattoni e Garofalo per Nicolao e Rizzo Pinna alla ricerca del pareggio. All’85’ Curcio casca a terra in area ma, nonostante le proteste rossonere, per l’arbitro è tutto regolare. All’86’ Dessena svirgola e indirizza il pallone sul palo, sfortunatissimo il Foggia. All’89’ Borra con un miracolo neutralizza una botta di Ferrante. Gli ultimi assalti del Foggia non sortiscono gli effetti sperati. La partita finisce 2-1. Nonostante il 2-2 complessivo maturato nei due scontri, la Virtus Entella approda ai quarti di finale playoff per il miglior piazzamento ottenuto nella stagione regolare. Finisce qui il percorso del Foggia ai playoff.

COMMENTI

WORDPRESS: 0