Brumotti dopo il caos di San Severo: “La ferocia di queste persone non ci fermerà. Continueremo a denunciare”

“Trenta giorni di prognosi per trauma facciale a causa dell’ennesima aggressione. Vittorio Brumotti nel primo pomeriggio di martedì 5 ottobre è stato

Dure condanne all’agente Savino e a Trimigno “u biond”. Un totale di 10 anni di reclusione
Manfredonia, addio metrò del mare
Mafia Mattinata, sindaco su TV7 si difende. Politica locale continua a negare evidente fenomeno mafioso

“Trenta giorni di prognosi per trauma facciale a causa dell’ennesima aggressione. Vittorio Brumotti nel primo pomeriggio di martedì 5 ottobre è stato accerchiato e preso a pugni nel quartiere San Bernardino di San Severo”. È quanto riporta il sito web ufficiale di Striscia la Notizia. “L’inviato del tg satirico era lì con la sua troupe da alcuni giorni per documentare lo spaccio di droga che avviene alla luce del sole in un quartiere ad alta densità criminale, quando è stato minacciato, inseguito e aggredito. Brumotti – si legge ancora – è stato colpito con un pugno in pieno volto. Sul posto sono intervenute le forze dell’ordine per sedare l’aggressione. Contusi anche alcuni collaboratori del biker e almeno due degli agenti intervenuti.

Vittorio Brumotti commenta: “La ferocia di queste persone che pensano di dominare il territorio non ci fermerà. Continueremo a girare l’Italia e a denunciare tutte queste situazioni di degrado. Facciamolo tutti per i bambini, non si può far finta di nulla”. Il servizio integrale andrà in onda nei prossimi giorni a Striscia la notizia.  la Polizia di Stato ha provveduto a fermare uno degli aggressori mentre sono ancora in corso verifiche su colui che ha colpito al volto l’inviato.

COMMENTI

WORDPRESS: 0