75° Anniversario della Festa della Repubblica: il programma

Illustri concittadini di Manfredonia, autorità civili, religiose, militari, forze dell’ordine, associazioni combattentistiche e d’arma, organizzazioni

Omicidio di Mario Renzulli, attesa per l’autopsia
Fondazione Enel dona 1,5 milioni per ospedali della Puglia.
ABBANDONATI SACCONI LUNGO LA LITORANEA SP 141

Illustri concittadini di Manfredonia, autorità civili, religiose, militari, forze dell’ordine, associazioni combattentistiche e d’arma, organizzazioni sindacali, operatori della protezione civile e del volontariato in genere, nell’indirizzare a voi tutti il nostro più cordiale saluto, esprimiamo l’onore di essere qui oggi a rappresentare il Comune in questa giornata dedicata alle celebrazioni del 75° anniversario della fondazione della Repubblica Italiana.

Il 2 giugno rappresenta una giornata fondamentale per la vita del nostro Paese.
Quel giorno, del 1946, segnò, indelebilmente, il destino della nostra Nazione; per la prima volta il popolo di donne e uomini d’Italia, solcata l’oscura e dolorosa esperienza della dittatura fascista e l’atroce tragedia del secondo conflitto mondiale, venne chiamato alle urne per scegliere la forma da dare allo Stato.

E fu Repubblica.

Quando il 2 Giugno 1946 nacque la Repubblica, c’era la consapevolezza che conservare integri nel tempo gli ideali cui essa si ispirava, avrebbe comportato momenti di duro impegno ed anche grandi sacrifici. Così è stato.

Dall’assetto repubblicano della nostra democrazia parlamentare scaturì la Costituzione Italiana, fulgido esempio al mondo di valori, principi, tutele.

Tenere viva, e a fondamento del nostro agire, la Carta Costituzionale, frutto della scelta repubblicana, costituisce impegno di noi tutti, faro per un’Italia che, ancora oggi, va avanti e rinasce sul solco di quei principi, nonostante le difficoltà.

L’emergenza sanitaria di questi mesi, ha duramente provato il nostro Paese e la nostra Città, ma, nel contempo, ha rimesso al centro i valori fondanti della nostra Repubblica: tutela pubblica della salute e del lavoro, uguaglianza, pari dignità, pace, libertà.
Valori tutti che, in questo momento storico, hanno acquistato ulteriore sostanza e concretezza per il presente e per il futuro.

Da più di un anno abbiamo lottato per la difesa della nostra salute e la salvaguardia del lavoro.
Abbiamo toccato con mano il dolore, la fragilità, la perdita.
Abbiamo vissuto momenti di scoramento, ma anche momenti di grande fiducia nella nostra capacità di rialzarci e ripartire.

E vogliamo e dobbiamo ripartire; con il lavoro e l’impegno di tutti riusciremo a ripartire.
La nostra storia ci induce a guardare al futuro con ottimismo e forza d’animo: il 2 giugno, oggi come ieri, è una festa di tutti gli italiani e sia, quest’anno, una festa di ripartenza.
Nell’auspicare una forte e ideale partecipazione alla Festa della Repubblica da parte della cittadinanza, formuliamo l’invito a concorrere, tutti insieme, alla ripartenza del cammino dell’Italia e della Città di Manfredonia.

Con questo spirito, uniamoci tutti, con rinnovato fervore, negli auguri al nostro amato Paese.

Viva la Repubblica, viva l’Italia!

Manfredonia, 2 giugno 2021

La Commissione Straordinaria
(Piscitelli – Crea –Soloperto)

Programma della Cerimonia

ore 9.20: Incontro delle Autorità presso il Monumento dei Caduti- Villa Comunale
ore 9.30: Deposizione della Corona – Alzabandiera- Squilli di tromba
ore 10.00: Lettura del Discorso del Presidente della Repubblica

COMMENTI

WORDPRESS: 0