Verdi Manfredonia: “Incuria sulle spiagge che ricadono sotto la gestione dell’Autorità Portuale”. Le foto

Come ogni anno si ripresenta il problema del l’incuria delle spiagge che ricadono sotto la gestione della Autorità Portuale. Dal porto industriale a q

Protezione Civile, situazione meteo: per le prossime 24 ore ancora forte criticità su area garganica
Una marionetta del maestro Olivieri a “I fatti vostri”
Nomina 238 scrutatori, convocata Commissione per il 2 febbraio

Come ogni anno si ripresenta il problema del l’incuria delle spiagge che ricadono sotto la gestione della Autorità Portuale. Dal porto industriale a quello commerciale, difatti, la costa è sotto il controllo di quell’Ente (che non ha certo i problemi finanziari del Comune di Manfredonia).

L’Autorità Portuale come sempre non si prende cura della pulizia e non provvede allo sfalcio dalle erbe delle zone di spiaggia libera e degli scogli e delle calette utilizzate dai bagnanti sipontini.

Evidentemente non hanno tempo da perdere nella cura di ciò che gli è stato affidato e, ovviamente, i burocrati che amministrano la città non si premurano di far pressione sull’Autorità Portuale perché non sia inadempiente. I commissari, che ci auguriamo tornino presto da dove sono venuti e lascino campo libero ad una nuova classe politica, hanno anche nominato un personaggio nel comitato di gestione del porto, ma l’avvocato barese Delle Foglie sicuramente non ha mai camminato tra i rifiuti della spiaggia libera e nell’erba alta che impedisce di raggiungere facilmente il litorale.

Per questo alcuni cittadini si sono premurati come ogni anno di pulire qualche tratto di litorale che utilizzano. Ma questo non può e non deve essere la norma. Ci auguriamo di essere parte attiva nella prossima amministrazione per poter intervenire per tempo nella cura della città e ridare lo smalto perduto in questi anni.

Alfredo De Luca e Innocenza Starace

COMMENTI

WORDPRESS: 0