DELINQUENZIALI A MONTE SANT’ANGELO, LA QUESTIONE LEGALITÀ VENGA AFFRONTATA CONCRETAMENTE E NON SOLO A PAROLE

Negli ultimi giorni, due gravi fatti delinquenziali hanno interessato la nostra città. Nella serata del 1° ottobre scorso è stato incendiato, per l’en

Pesca illegale: sequestrate reti da posta a Manfredonia e ricci di mare a Mattinatella „
Puglia, sbloccato il «piano casa»: ora si potrà ricostruire
Abusa sessualmente di paziente a Casa Sollievo, infermiere condannato e licenziato

Negli ultimi giorni, due gravi fatti delinquenziali hanno interessato la nostra città. Nella serata del 1° ottobre scorso è stato incendiato, per l’ennesima volta, il CCR (Centro Comunale Raccolta Rifiuti) e,nella notte tra sabato 10 e domenica 11 ottobre, è stato incendiato un mezzo per il trasporto disabili dell’Associazione di volontariato “San Michele Arcangelo”, cui va la nostra solidarietà e il nostro incoraggiamento ad andare avanti perché la gente perbene di Monte è con loro.

Questi raccontati sono soltanto gli ultimi due di tanti altri atti a danno di Amministratori e Funzionari Comunali, Associazioni o Concessionari di servizi comunali, atti che dal 2017 ad oggi si sono succeduti nella città. Ecco alcune date:

  • 23/07/2017 – Incendiata Giostra per bambini;
  • 03/2018 – Incendiato il CCR (Centro Comunale Raccolta Rifiuti);
  • 20/06/2018 – Incendiata l’auto del Caposettore Rignanese;
  • 22/06/2018 – Incendiata l’auto del Sindaco d’Arienzo;
  • 12-13/07/2018 – Incendiato ilCCR;
  • 26/11/2018 – Danneggiata l’auto dell’Assessore Rignanese;
  • 17/12/2018 – Incendiato ilCCR;
  • 11/03/2019 – Minacce di morte per il Sindaco d’Arienzo e per l’Assessore Rignanese;
  • 29/03/2019 – Incendiate alcune porte del Palazzo Comunale;
  • 26/07/2019 – Incendiato un mezzo dell’impresa che eseguiva i lavori sulla strada Panoramica;
  • 01/10/2020 – Incendiato il CCR;
  • 10-11/10/2020 – Incendiato un mezzo per il trasporto disabili dell’Associazione di volontariato “San Michele Arcangelo”.

FORZA ITALIAritiene che l’ennesimo incendio a danno del CCR e, quindi, sia del Comune – che ne è il proprietario– sia della ditta concessionaria del servizio di raccolta rifiuti abbia bisogno di una presa di posizione forte da parte di tutti, specialmente da parte dell’Amministrazione Comunale eauspica un’attenzione particolare delle Istituzioni sovracomunali per quanto sta accadendo in città da tre anni a questa parte, visto che bersaglio dei delinquenti sono stati Amministratori e Funzionari comunali o Ditte concessionarie di servizi comunali.

(Fonte: Forza Italia – sez. di Monte Sant’Angelo)

Monte Sant'Angelo: un gioiello medievale in Puglia

COMMENTI

WORDPRESS: 0