Conte: ‘Criticità positivi non altera il ritorno a scuola’

Sulle migrazioni abbiamo condiviso una strategia di azione: dobbiamo governare come Ue i flussi migratori, non possiamo subirli e restare sopraffatti"

DOMANI SCUOLE CHIUSE PER ALLERTA METEO
Truffe, telefonano dall’estero e spillano un euro al secondo, ingannando con il bonus da 600 euro
600 detenuti per 320 posti letto, sovraffollamento record al carcere di Foggia

Sulle migrazioni abbiamo condiviso una strategia di azione: dobbiamo governare come Ue i flussi migratori, non possiamo subirli e restare sopraffatti”. Lo dice il premier Giuseppe Conte nel corso del vertice Med-7. “Dobbiamo estendere le politiche Ue con solide partnership con i paesi di origine e transito, intensificare il contrasto ai trafficanti di esseri umani, adottare un meccanismo europeo dei rimpatri efficace, così come efficace redistribuzione obbligatoria dei migranti. Dobbiamo fare in modo infine che vi sia piena trasparenza e conformità al diritto internazionale di chi presta soccorso in mare, anche le ong”.

Conte, criticità positivi non altera ritorno a scuola – “Il dato” dei positivi tra gli oepratori della scuola “introduce un elemento di criticità ma non altera il progetto di ritorno a scuola: continuiamo a perseguirlo” ha evidenziato il premsidente del Consiglio. (ANSA) – “Abbiamo predisposto tutto per la massima sicurezza garantita ai ragazzi. Stiamo affinando tutto per le prossime ore, anche se alcune regioni partiranno più tardi” ha aggiunto.

Conte, ipotesi riduzione quarantena dopo tampone  – “L’Oms ha ribadito che la soluzione più cautelativa è 14 giorni, poi ci sono paesi che ipotizzano una riduzione. Vediamo: si potrebbe ipotizzare una riduzione di qualche giorno e un ritorno all’attività dopo un tampone. Ma non è una decisione meramente politica: deve avere il conforto delle valutazioni scientifiche”.

Giuseppe Conte © EPA

COMMENTI

WORDPRESS: 0