Fase 3, al via da domani gli sporto di contatto: linee guida nell’ordinanza della Regione Puglia „

  Da domani, con ordinanza del presidente della Regione Puglia, saranno consentiti gli sport di contatto sul territorio regionale. Il document

L’ARCIVESCOVO P. FRANCO MOSCONE:“PREGATE PER LO SRI LANKA E PERCHÉ CESSI LA “TERZA GUERRA MONDIALE A PEZZI”
In provincia di Foggia la pala eolica più grande mai sbarcata in un porto italiano. L’evento a Manfredonia
Monte Sant’Angelo: “I nostri tre grandi progetti”. C’è anche il porto a Macchia

 

Da domani, con ordinanza del presidente della Regione Puglia, saranno consentiti gli sport di contatto sul territorio regionale. Il documento prevede anche norme e linee guida per la corretta erogazione dei servizi.

Per le strutture e centri sportivi, quindi, sarà necessario “redigere un programma delle attività̀ che consenta un’adeguata pianificazione (es. prenotazione online, suddivisione in gruppi di numero limitato in relazione agli spazi disponibili, evitare sovrapposizioni di orari, ecc) regolamentando gli accessi in modo da evitare condizioni di assembramento e interferenze tra gruppi distinti di fruitori; mantenere l’elenco delle presenze per un periodo di 14 giorni”.

Potrà̀ essere rilevata la temperatura corporea, impedendo l’accesso in caso di temperatura superiore ai 37,5 °C. Inoltre è obbligatorio fornire ai fruitori le informazioni necessarie all’utilizzo dell’impianto sportivo e, in caso di febbre e/o sintomi respiratori, l’utente sarà invitato a rivolgersi al proprio medico. “Organizzare gli spazi negli spogliatoi e docce in modo da assicurare adeguato distanziamento tra i fruitori assicurando una distanza non inferiore ad 1 metro (ad esempio prevedere postazioni d’uso alternate o separate da appositi divisori), anche regolamentando l’accesso agli spazi spogliatoio e/o ai servizi”.

“Sarà bene consentire l’accesso all’interno del centro sportivo 15 minuti prima dell’orario di prenotazione effettuata, in modo da evitare assembramenti nelle aree comuni. Si dovranno pianificare orari di ingresso/uscita scaglionati in modo da limitare i contatti nelle zone comuni (ingressi, spogliatoi, servizi igienici, locali di attesa, locali dedicati alle attività sportive, locali di ristoro, ecc.). Allo scopo di agevolare il rapido deflusso del centro sportivo, il centro medesimo dovrà prevedere la presenza di un addetto che provvederà, in modo unitario e contestuale, a fornire informazioni, assumere documenti e/o quote di pagamento preliminarmente all’avvio della pratica sportiva; sono preferibili pagamenti online anticipati da operare contestualmente alla prenotazione. È obbligatorio l’uso della mascherina all’arrivo al centro, fino a quando non abbia inizio la pratica sportiva e, altresì, immediatamente dopo la conclusione della stessa”.

Scarica il testo dell’ordinanza: Ordinanza 269 sport di contatto_signed-2

Bimbi e sport in una giornata aperta per scoprire le attività ...

 

COMMENTI

WORDPRESS: 0