Fucacoste di Orsara su Rai tre in una puntata di Geo

„ aranno i Fucacoste, mercoledì 30 ottobre, i protagonisti della puntata di “GEO”, programma televisivo condotto da Sveva Sagramola su Rai Tre. Dal

Rifiuti per strada, da Regione 15 mln per bonifica 187 siti: ecco dove sono
Mons. Castoro: un vescovo del popolo e per il popolo
Ignobile furto al centro per anziani di Monte, titolare forno dona una nuova TV agli ospiti della struttura

aranno i Fucacoste, mercoledì 30 ottobre, i protagonisti della puntata di “GEO”, programma televisivo condotto da Sveva Sagramola su Rai Tre. Dalle ore 17, con Peppe Zullo e altri ospiti in studio, la ricorrenza dell’1 novembre orsarese sarà sotto i riflettori con immagini, storie e un approfondimento sugli elementi che fanno dei Fucacoste e cocce priatorje una delle tradizioni più attese, sentite e spettacolari d’Italia. Ci sarà anche un momento dedicato al legame tra la cucina e i significati della notte più luminosa dell’anno.

LE ZUCCHE INTAGLIATE DAI BAMBINI. Venerdì 1 novembre, Orsara di Puglia comincerà ad animarsi dal mattino. All’atmosfera della grande ricorrenza, si accompagneranno l’apertura dell’Info Point alle ore 10 e la “benedizione delle zucche dei bambini” alle ore 11 nella chiesa Madonna della Neve. Il nome della ricorrenza che, ogni anno, porta a Orsara di Puglia migliaia di persone è “Fucacoste e Cocce Priatorje”, significa ‘falò e teste del Purgatorio’: i primi illuminano il paese, le seconde lo decorano con centinaia di zucche intagliate in modo da raffigurare sembianze umane e accogliere al loro interno dei lumini. L’effetto combinato delle due cose, insieme all’usanza di allestire tavolate all’esterno delle abitazioni per condividere il cibo, rende il primo novembre orsarese una delle ricorrenze più suggestive, coinvolgenti e partecipate d’Italia. Non si tratta di Halloween, niente streghe né dolcetto-scherzetto: i Fucacoste sono un momento di condivisione e di ricordo dedicato ai defunti.

IL CONCORSO DELLE ZUCCHE. I più piccoli saranno protagonisti anche dalle 15.30 alle 18, quando in Piazza Mazzini si svolgerà il Laboratorio d’intaglio delle zucche. Esperti intagliatori volontari, affiancheranno i bambini aiutandoli a realizzare la loro zucca intagliata. Alle ore 18, davanti alla Fontana dell’Angelo, saranno esposte le “cocce priatorje”, le teste arancioni e verdi del Purgatorio, lavorate con passione e creatività, illuminate al loro interno dai lumini. Si tratta di un vero e proprio concorso, con tanto di giuria che dovrà valutare e premiare i lavori eseguiti con più maestria e creatività.

COMMENTI

WORDPRESS: 0