San Giovanni Rotondo, controlli dei Carabinieri

„ Al setaccio dei carabinieri la città di San Giovanni Rotonto e, in particolare, l'area "internazionale" del Santuario di San Pio. Nello scorso fi

VIA SAN FRANCESCO, INTIMAZIONE DI SGOMBERO
Due colpi di pistola al termine di un litigio: arrestato dai Cc
Manfredonia, sequestro beni Impresa edile, denunciati acquirenti

Al setaccio dei carabinieri la città di San Giovanni Rotonto e, in particolare, l’area “internazionale” del Santuario di San Pio. Nello scorso fine settimana, infatti, i carabinieri sono stati impegnati in un servizio coordinato di controllo straordinario del territorio finalizzato al contrasto delle condotte di guida più pericolose per l’incolumità e per la sicurezza stradale, a quello del fenomeno dei “parcheggiatori abusivi”, al controllo di persone sottoposte agli arresti domiciliari, e alla prevenzione e repressione dei reati in genere.

Nel corso di queste attività, i militari hanno proceduto all’arresto per evasione di un pregiudicato 42enne del luogo, sorpreso, verso l’ora di pranzo di domenica, alla guida della propria autovettura per le vie cittadine sebbene fosse sottoposto agli arresti domiciliari. L’arrestato, espletate le formalità di rito, è poi stato riaccompagnato presso la sua abitazione, dove dovrà rimanere in stato di detenzione domiciliare, a disposizione della Procura della Repubblica di Foggia.

Alla Procura dovrà rispondere anche del rifiuto opposto all’esame per accertare il suo stato psico-fisico  mentre si trovava alla guida, visto che nella circostanza i carabinieri hanno trovato nel suo garage un ciclomotore privo di segni identificativi e cinque biciclette di dubbia provenienza, su cui sono ora in corso accertamenti.

Nel corso dello stesso servizio, inoltre, all’esito di alcune “mirate” perquisizioni domiciliari, gli stessi militari hanno anche arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti un diciannovenne del luogo, e denunciato per lo stesso reato un altro giovane, sempre del luogo.

In una circostanza sono state trovate rinvenute due piante di marijuana ed un modesto quantitativo di hashish, mentre in un’altra, a casa del diciannovenne, sono stati trovati 50 grammi circa tra hashish e marijuana.

Nel primo caso il ragazzo è stato denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica di Foggia, mentre nel secondo il giovane è stato tratto in arresto, sia per la  maggiore quantità di stupefacenti rinvenuta, sia per la recidività dell’interessato, il quale, nonostante la giovanissima età, “vanta” un precedente specifico risalente all’anno scorso,  quando era già stato arrestato dai militari dello stesso Comando per lo stesso tipo di reato.

In quell’occasione, oltre alla sostanza stupefacente, era stato scoperto un impianto per la coltivazione di marijuana, ricavato all’interno del monolocale dove all’epoca viveva. Anche questo giovane, dopo le formalità di rito, è stato accompagnato presso la propria abitazione in stato di detenzione domiciliare a disposizione dell’autorità giudiziaria.

 

Nel corso del servizio sono stati controllati 75 automezzi, identificate 96 persone ed elevate 22 contravvenzioni al codice della strada. Ancora sono stati sequestrati 2 veicoli, ritirate 3 patenti ed eseguite 22 perquisizioni personali e 9 domiciliari. Controllate 42 persone sottoposte a regime degli arresti domiciliari e controllati 16 esercizi pubblici e 6 circoli privati.

COMMENTI

WORDPRESS: 0