Sfruttamento e permessi di soggiorno difficili: migranti protestano a Borgo Mezzanone

Una cinquantina di migranti ha protestato questa mattina a pochi chilometri da Foggia bloccando per circa mezz'ora la strada d’accesso a Borgo Mezzano

Lavoratori Manfredonia Vetro senza Cig
Monte Sant’Angelo, al via la sperimentazione dell’Asl Fg per l’emodialisi domiciliare
MARTEDI' LA PRESENTAZIONE DELLA XIX EDIZIONE DEL PREMIO ARGOS HIPPIUM

Una cinquantina di migranti ha protestato questa mattina a pochi chilometri da Foggia bloccando per circa mezz’ora la strada d’accesso a Borgo Mezzanone. Al centro della protesta le difficoltà da parte dei migranti ad ottenere il permesso di soggiorno e le condizioni di sfruttamento lavorativo. Chiedono anche condizioni di vita migliori e alloggi più dignitosi. Pochi minuti dopo è intervenuta la polizia che ha liberato la strada consentendo la ripresa della circolazione.

A quanto si apprende, si tratterebbe di migranti che risiedono nella ex pista, ovvero il ghetto abusivo di Borgo Mezzanone, sorto accanto al Cara – Centro Richiedenti Asilo Politico. I manifestanti hanno chiesto un incontro urgente con il Prefetto di Foggia, Raffaele Grassi che potrebbe tenersi oggi.

COMMENTI

WORDPRESS: 0