Conte firma il contratto di sviluppo, 280 milioni alla Capitanata.

Questo contratto è una pagina corale, molti erano scettici e diffidenti. Ci chiedevate finanziamenti per qualche progetto, dissi subito che così non s

Video: SAMARA CHALLENGE: PSICOSI E ALLARME SOCIALE. NE PARLIAMO CON L’ESPERTO, IL DOTT. LUIGI ESPOSTO
Giallo su una nave al largo di Vieste, rinvenuto cadavere di uomo russo
Cerignola, assalto con esplosivo al bancomat delle Poste: posti di blocco e perquisizioni „

Questo contratto è una pagina corale, molti erano scettici e diffidenti. Ci chiedevate finanziamenti per qualche progetto, dissi subito che così non si andava da nessuna parte. Il Sud ha bisogno di risorse straordinarie. Abbiamo un piano che deve andare avanti. Questa è una terra speciale, ma dimostra anche si saper essere una terra normale. La specialità in questo caso è che siamo stati super rapidi. Abbiamo attivato un metodo e una visione prospettica per un obiettivo comune: è questa per me la politica”.

Così il premier Giuseppe Conte ha presentato il primo – e forse unico – Cis (Contratto istituzionale di sviluppo). “Diamo il via libera a oltre 40 progetti che partiranno immediatamente, finalizzati alla crescita economica, sociale e culturale di questa provincia. Abbiamo gare per oltre 280 milioni di euro che interessano 15 comuni, imprese, fondazioni e consorzi. Abbiamo calcolato che l’effetto moltiplicatore supererà i 560 milioni di euro per l’intera provincia di Foggia. Non siamo di fronte ad un finanziamento singolo imposto dall’alto, ma a progetti che potenziano strade, innovazione tecnologica, imprese e valorizzano i borghi”.

Tra i progetti segnalati, quello di Leonardo (“sono previsti investimenti che permetteranno di potenziare la capacità produttiva di 509 unità a Foggia” e i poli sanitari innovativi nella riabilitazione robotica della Fondazione Padre Pio Onlus e di Casa Sollievo della Sofferenza a San Giovanni Rotondo, oltre a Snam per il turismo.

COMMENTI

WORDPRESS: 0