arriva l’ok al Contratto di sviluppo. Sul piatto 280 milioni di euro, l’annuncio della ministra Lezzi

Per il territorio di Foggia in arrivo 280 milioni attraverso il Contratto istituzionale di sviluppo. L’annuncio lo ha dato la ministra per il Sud, Bar

LE PREVISIONI METEO DEL WEEKEND: ARRIVA L’ESTATE!
CARNEVALE, RINVIO DELLE MANIFESTAZIONI DI DOMENICA 24 PER MALTEMPO
Agricoltura “rosa” da record: nel Sud il numero più alto d’imprese a conduzione femminile

Per il territorio di Foggia in arrivo 280 milioni attraverso il Contratto istituzionale di sviluppo. L’annuncio lo ha dato la ministra per il Sud, Barbara Lezzi. “Durante la riunione del Fondo sviluppo e coesione – ha detto – ho previsto lo stanziamento di 280 milioni di euro per il Cis per l’area di Foggia, e di 220 milioni per il Cis Molise. È una buona notizia per i cittadini e le amministrazioni della Capitanata e del Molise. Si tratta di una parte dei fondi destinati ai due contratti istituzionali di sviluppo, di cui si sta occupando in prima persona il presidente Conte”.

La ministra Lezzi al termine della riunione della cabina di regia per il Fondo ha proseguito: “Queste risorse si andranno ad aggiungere ad altre, già previste, per progetti che hanno l’obiettivo di accelerare la realizzazione di interventi strategici per il rilancio di questi territori e la valorizzazione delle eccellenze locali”.

E poi: “Il presidente del Consiglio sta dimostrando grande attenzione e sensibilità nei confronti del Mezzogiorno, e stiamo lavorando in piena sinergia per superare il divario che, da troppo tempo, separa il Sud dal resto del Paese”

Sul punto è intervenuto anche il premier, Giuseppe Conte: “Come promesso, con i Contratti istituzionali di sviluppo per il Sud stiamo procedendo spediti. Lo stanziamento, ad opera del ministro Lezzi, delle prime fondamentali risorse per il Cis per l’area di Foggia e per il Cis Molise rappresenta un decisivo passo avanti verso la definitiva approvazione della graduatoria dei progetti presentati. Stiamo parlando di risorse che serviranno, insieme alle altre che confluiranno successivamente, a far ripartire territori che presentano ancora tante difficoltà, centinaia di milioni di euro destinati allo sviluppo di intere regioni, al fine di recuperare quel gap infrastrutturale e socio-economico che si trascina da troppo tempo.

Domani si riunirà il Cipe per dare il via libera a questi stanziamenti, previsti dal Fondo sviluppo e coesione. Entro fine mese, di intesa con tutti gli attori locali coinvolti, approveremo l’elenco definitivo dei progetti finanziati per la Capitanata. Confido di poter raggiungere lo stesso obiettivo per il Molise entro fine giugno. Lavoriamo senza sosta, con continue riunioni tecniche, anche per il Cis Basilicata e per quello della provincia di Cagliari, i cui decreti firmerò nelle prossime settimane.

Si tratta di percorsi avviati a inizio anno, in piena sinergia con le Istituzioni e gli stakeholders locali e il prezioso supporto di Invitalia. Nessun progetto calato dall’alto. Io stesso mi sono recato sul posto nelle scorse settimane per sollecitare la presentazione dei progetti. Il Governo in tutte le sue articolazioni e competenze sta lavorando in piena sintonia per realizzare progetti strategici, sostenibili e soprattutto immediatamente cantierabili. Sono iniziative che mi rendono orgoglioso. Con il confronto, la determinazione e la buona volontà stiamo raggiungendo in così pochi mesi traguardi significativi per il rilancio del Sud”.

Roma, 19 set. (askanews) – L’esempio di padre Pio (oggi san Pio)
“mi ha insegnato l’umiltà” e mi “ha dato la capacità di leggere
nell’animo dei pellegrini, di colpire nel segno” anche se con “i
modi bruschi” che aveva il santo. Lo ha detto il presidente del
Consiglio Giuseppe Conte, originario della provincia di Foggia,
intervenendo a Porta a Porta, puntata dedicata al santo
originario di Pietrelcina, in provincia di Benevento, e poi
trasferitosi per il suo incarico religioso a San Giovanni
Rotondo, in provincia di Foggia.

 

COMMENTI

WORDPRESS: 0