Puglia, ecco la nuova legge su agenzie di viaggio: meno burocrazia più garanzie

Il Consiglio regionale ha approvato oggi, in via definitiva, e all’unanimità, la nuova legge che regolamenta il settore delle agenzie di viaggio, un p

MANFREDONIA CALCIO, COL LUCERA L’ULTIMA AMICHEVOLE
Scontri per una partita di calcio giovanile tra foggiani e manfredoniani.
Sciolto per mafia il Comune di Cerignola.

Il Consiglio regionale ha approvato oggi, in via definitiva, e all’unanimità, la nuova legge che regolamenta il settore delle agenzie di viaggio, un provvedimento che tende a migliorare la qualità del servizio offerto dalle agenzie, grazie alla formazione del personale ed in particolare del Direttore di Agenzia. L’approvazione arriva a conclusione di un lavoro e di un percorso condiviso e partecipato sia con le Organizzazioni di categoria che con le parti sociali che pone anche fine al processo di riallocazione delle funzioni delle ex province.

Con il provvedimento si definisce la figura dell’agenzia e si rende obbligatorio per il direttore di agenzia seguire un corso di formazione professionale prima di poter effettuare l’esame di abilitazione. Il Direttore tecnico di agenzia di viaggi ha la responsabilità tecnica dell’agenzia. Come requisito specifico dovrà avere un diploma di istruzione secondaria superiore, e conoscere almeno due lingue, di cui una l’inglese. Le Agenzie di viaggio e turismo vengono definite imprese che esercitano in via principale attività di produzione, organizzazione, prenotazione e vendita di biglietti di viaggi, soggiorni e servizi turistici collegati, ovvero intermediazione nei predetti servizi o entrambe le attività, espletate anche in forma on line. Ma con il provvedimento il loro raggio di azione si amplia: a seguito di delibera di Giunta regionale, le agenzie di viaggio potranno svolgere anche attività di informazione e accoglienza turistica.

«Un’ altro tassello fondamentale nel percorso di riscrittura e ripensamento del sistema turistico Pugliese. Si tratta di una legge che, semplificando le procedure amministrative, si colloca nel solco della modernizzazione e della professionalizzazione del settore in coerenza all’impianto evolutivo delineato dal Piano strategico del turismo regionale, voluto da questa amministrazione regionale– dichiara l’Assessore all’Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia – E’ stata semplificata la procedura amministrativa all’esercizio dell’attività: da domani per aprire un agenzia di viaggi sarà sufficiente, avendo i titoli professionali, presentare una SCIA (Segnalazione certificata di inizio attività al comune). Sono state definite le modalità di abilitazione del Direttore tecnico di Agenzia di viaggi: da domani per conseguire l’abilitazione si potranno frequentare degli appositi corsi di formazione professionale al termine dei quali è previsto un esame di abilitazione finale. Ponendo fine quindi ai mega concorsi abilitativi che nella migliore delle ipotesi si trascinavano per anni.Ringrazio tutti coloro che hanno lavorato al testo a partire dal dirigente PATRIZIO Giannone e la Dott.ssa Gabriella Belviso , le associazioni di categoria, la commissione consiliare e il suo presidente Donato Pentassuglia e tutto il consiglio regionale».

«Abbiamo semplificato la procedura amministrativa per l’esercizio dell’attività, quindi da domani, per aprire un’agenzia di viaggi, sarà sufficiente, possedendo i titoli professionali, presentare semplicemente una SCIA (Segnalazione certificata di inizio attività) al Comune». Lo sottolinea in una nota, Massimo D. Salomone, Coordinatore Gruppo tecnico Turismo Confindustria Puglia il quale aggiunge che «Sono state finalmente definite le modalità di abilitazione del Direttore Tecnico di Agenzia di viaggi, con un occhio particolare alla professionalizzazione. Pertanto, anche il nostro centro di formazione Asso Service srl (società di servizi di Confindustria Bari e Bat), potrà attivare i percorsi formativi, a chiusura dei quali, si potrà effettuare presso lo stesso soggetto organizzatore, l’esame abilitante. Il metodo partecipativo, nella predisposizione dei testi legislativi, adottato dall’Assessorato al Turismo diventa una prassi virtuosa che consente di addivenire a dei testi non solo condivisi, ma ineccepibili sotto il profilo tecnico e dell’impatto sul settore. Pertanto il Gruppo Tecnico Turismo di Confindustria Puglia, non può che apprezzare il lavoro svolto insieme all’assessore Loredana Capone e con il Dott. Patrizio Giannone. Continueremo a lavorare – conclude – allo stesso modo e pancia a terra sulle altre tematiche che riguardano i nostri associati, nell’interesse della Puglia e del turismo pugliese”

COMMENTI

WORDPRESS: 0