Giovane viestano sorpreso a spacciare droga: arrestato dai CC

La notte scorsa i Carabinieri della Tenenza di Vieste hanno tratto in arresto Fabio Cariglia, 18enne del posto, già noto ai militari, nella flagranza

Manfredonia, ricettazione alcolici e Reggiano . Sequestro merce per 150mila euro
Progettò spettacolare fuga dal carcere di Foggia, trasferito a Melfi il boss di Mattinata “Baffino”
Estorsioni e lesioni a Zapponeta, arrestato 38enne

La notte scorsa i Carabinieri della Tenenza di Vieste hanno tratto in arresto Fabio Cariglia, 18enne del posto, già noto ai militari, nella flagranza del reato di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti, nello specifico hashish e marijuana.

Nel corso di un servizio nel centro storico viestano, finalizzato al contrasto al sempre fiorente fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, che vede quali assuntori numerosi giovani del territorio, i Carabinieri hanno notato la presenza di un gruppo di ragazzi, tra cui lo stesso Cariglia che, dai movimenti effettuati e dall’andirivieni di persone che lo contattavano, ha da subito dato l’idea di cedere loro qualcosa. Insospettiti, i militari si sono allora diretti verso quel gruppo di persone, che però, appena visti arrivare i Carabinieri, sono improvvisamente fuggiti prendendo direzioni opposte. I Carabinieri, allora, si sono messi all’inseguimento di Cariglia, che, nel discendere di corsa una scalinata del centro storico, è rovinosamente caduto a terra, battendo contro lo spigolo di uno scalino tanto violentemente da procurarsi una vasta ecchimosi al volto e, addirittura,  fratturarsi anche un femore.

Carabinieri stessi, a questo punto, hanno immediatamente soccorso il ragazzo e, dopo aver fatto intervenire il personale del 118, gli hanno poi trovato addosso circa 34 grammi di hashish, uno di marijuana, un coltello, un bilancino di precisione e 40 euro, probabile provento dell’illecita attività di spaccio, il tutto sequestrato.

Il ragazzo è stato dunque arrestato, nella flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti, per poi essere ricoverato in una struttura sanitaria per la frattura riportata.

COMMENTI

WORDPRESS: 0