“PING PONG PER TUTTI, SPORT E DISABILITÀ”

                    I latini dicevano “mens sana in corporesano”ov

Carnevale di Manfredonia : Fumata Nera
Cara di Borgo Mezzanone chiude entro l’anno.
Xylella, il Governo: chi non abbatte gli alberi ammalati rischia il carcere

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I latini dicevano “mens sana in corporesano”ovvero l’attività fisica, in particolare quella sportiva, contribuisce al benessere della mente e non solo del corpo…Anche quando il corpo, questo meraviglioso involucro, presenta differenze rispetto al cosiddetto ‘normodotato’.

Anche per i “diversamente abili” preservare il benessere della mente e del corpo è importante come per chiunque e niente deve impedire loro di raccogliere la sfida di cimentarsi in una attività sportiva, anche in forma agonistica. E’ accertato, ormai, che l’attività fisica adattata e lo sport possono migliorare, tra l’altro, le capacità funzionali e l’autonomia delle persone disabili nello svolgimento delle attività quotidiane e della vita relazionale.

Due testimonial d’eccezione – la campionessa paralimpica di tennis tavolo Patrizia Saccà e il presidente del CIP Puglia Giuseppe Pinto – hanno preso parte a Cerignola, sabato 2 febbraio, alla presentazione della seconda edizione del ‘PingPong per Tutti’ – Sport e disabilità, organizzata dall’Udas Tennistavolo, di cui è presidente Enzo Sforza.

La manifestazione – realizzata con la collaborazione dell’amministrazione comunale, rappresentata dall’Assessore alle Politiche Sociali e Vicesindaco Rino Pezzano – ha visto la partecipazionedi associazioni a tutela dei disabili (Cooperativa L’Abbraccio, Coop. Superando e di due istitutiscolastici (Scuola per l’infanzia “Ancelle dello Spirito Santo” e Liceo Scientifico ad indirizzo sportivo “Giovanni Paolo II”).

Ospite d’onore il parlamentare di Manfredonia Antonio Tasso, nella doppia veste di Vicepresidente Regionale Fitet, “Federazione Italiana Tennis Tavolo”, e di Deputato della Repubblica.

Della prima è stato inizialmente Presidente Provinciale Bat-Foggia per un intero quadriennio, periodo durante il quale in Capitanata e Nord Barese, dove erano presentidue società pongistichecon circa 15 tesserati, si sono costituite ben 9 società e circa 150 nuovi tesserati.

Un mondo che Tasso continua a seguire un po’ meno sul campo ma con l’attenzione e l’impegno del rappresentante del territorio che a Montecitorio vuole muovere tutte le leve possibili per lo sviluppo e la crescita del territorio di cui sport e turismo – come ama sottolineare – sono connubio vincente.

La pluridecorata Saccà (medaglia di bronzo alle Olimpiadi a Barcellona) ha presentato il suo libro “Yoga a Raggi Liberi” (il saluto al sole per persone con disabilità motoria e non solo), ha raccontato la sua esperienza di vita segnata dalla tragica caduta all’età di 13 anni, che l’ha resa paraplegica, e dalla sua affermazione nella disciplina del tennis tavolo, e ha dispensato consigli agli atleti emergenti diversabili presenti, con i quali ha tenuto brevi sessioni di allenamento sul campo di gara allestito al “Pala Di Leo” per gli incontri in programma domenica 3 febbraio con atleti provenienti da diverse regioni italiane.

“Cerignola disporrà a breve di un nuovo palazzetto dello sport -ha ricordato Pezzano – che non rappresenta solo un impegno preso in campagna elettorale da onorare, ma andrà incontro all’aumentata domanda di spazi in cui svolgere attività sportive, funzionali anche all’aggregazione e all’inclusione”.

“Il tennis tavolo è diventata una bellissima realtà a Cerignola e in diversi comuni della Provincia di Foggia. La dotazione di nuovi impianti sportivi  – ha detto Tasso – non può che fare bene alla comunità e soprattutto ai nostri bambini e ragazzi. A Lucera nel 2016 abbiamo portato un evento di caratura nazionale che ha fatto registrare oltre 12mila presenze, tra atleti e accompagnatori, nell’arco dello svolgimento delle gare, grazie al quale abbiamo appuntato una medaglia importante al petto della Capitanata. Con questo nuovo impianto Cerignola potrebbe tranquillamente candidarsi ad ospitare manifestazioni agonistiche di alto livello come un campionato italiano, promuovendo il volto buono di una città, e di un territorio, troppo spesso associata ad altro”.

COMMENTI

WORDPRESS: 0