Coronavirus, in Puglia 20 contagi in un giorno, tra Foggia, Bari e Lecce. Asl monitora 4 focolai: 2 sono a Cerignola

Sono 20 i nuovi casi di Coronavirus registrati nelle ultime 24 ore in Puglia. Lo riporta la regione che ha diramato il consueto bollettino epidemiolog

LA CROCE ROSSA ITALIANA, SEZIONE DI MANFREDONIA, IMPEGNATA IN INIZIATIVE SOLIDALI
Gatta (PDL): “Solidarietà ai lavoratori dell’IBF”
Coronavirus: Via le ricette, arriva il codice

Sono 20 i nuovi casi di Coronavirus registrati nelle ultime 24 ore in Puglia. Lo riporta la regione che ha diramato il consueto bollettino epidemiologico. Nella giornata di oggi sono stati registrati 1832 tamponi, e i casi positivi sono divisi in questo modo: 4 in provincia Bari,12 in provincia di Foggia, 4 in provincia di Lecce. Non sono registrati decessi.

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 241836 test. 3967 sono i pazienti guariti, 112 sono i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 4631 così suddivisi: 1.508 nella Provincia di Bari, 382 nella Provincia di Bat, 671 nella Provincia di Brindisi, 1198 nella Provincia di Foggia; 561 nella Provincia di Lecce; 281 nella Provincia di Taranto; 30 attribuiti a residenti fuori regione.

Il direttore generale della Asl di Foggia Vito Piazzolla dichiara: “Le persone risultate positive al Covid19 nelle ultime 24 ore si trovavano già in isolamento domiciliare in quanto erano a loro volta entrate in contatto diretto con casi positivi. Questo significa che il lavoro di contact tracing dei dipartimenti di prevenzione delle Asl e l’attività di sorveglianza attiva per chi si trova in isolamento domiciliare sta limitando al massimo la diffusione del contagio. In provincia di Foggia allo stato sono stati circoscritti tre focolai e messi sotto controllo”.

Sotto controllo anche i casi nelle province di Lecce e di Bari individuati grazie all’intensa attività di screening, incluso chi arriva dall’estero, e di sorveglianza attiva.

Il direttore generale della Asl di Bari Antonio Sanguedolce con riferimento ai quattro casi della sua provincia dichiara: “Sono casi appartenenti a due nuclei familiari diversi individuati grazie alla sorveglianza attiva e allo screening. Presentano tutti sintomi lievi ed è già in corso l’attività di indagine epidemiologica per individuare i contatti stretti”.

Basilicata, i tamponi si fanno come al «drive-in» a Villa d'Agri

COMMENTI

WORDPRESS: 0