IL CENTRO PER L’IMPIEGO CAMBIA SEDE: DA VIA TRIBUNA SI SPOSTA AL PALAZZO DELLA SORGENTE

Importante novità per gli utenti di Manfredonia, che d’ora in poi non dovranno più recarsi nei locali sotto i ‘portici’, ma presso l’ex Tribunale.

Duro colpo alla criminalità garganica
Piano Regionale deĺla mobilità ciclistica. Manfredonia e Zapponeta sono fuori!
Tentato suicidio a Manfredonia: 32enne si dà fuoco nel vecchio Palasport

Importante novità per gli utenti di Manfredonia, che d’ora in poi non dovranno più recarsi nei locali sotto i ‘portici’, ma presso l’ex Tribunale.

 

 

Dopo vari annunci e rinvii, il Centro per l’Impiego di Manfredonia ha infine cambiato sede, spostandosi dagli ormai storici uffici di via Tribuna 69 al Palazzo della Sorgente, ex Tribunale ed attuale sede degli uffici comunali nonché dell’INPS.

Solo qualche anno fa il centro per l’impiego di Manfredonia rischiava di scomparire, ma con l’introduzione del reddito di cittadinanza che ne ha previsto il potenziamento con un accordo Governo-Regioni, il trasferimento si è reso dunque necessario.

Era il 1992 quando il Comune di Manfredonia assumeva in locazione l’immobile di proprietà della ditta “Fior di Loto” di 491 mq. da adibire a sede della Sezione Circoscrizionale per l’Impiego e il Collocamento in l’Agricoltura, meglio conosciuto come Centro di Collocamento.

Nel 2001 la Giunta Provinciale istituì i “Centri Territoriali per l’Impiego” (C.T.I.), individuando gli ambiti distrettuali dei suddetti Centri, tra cui quello di Manfredonia, comprendente i comuni di Monte S. Angelo, Mattinata, San Giovanni Rotondo, San Marco in Lamis, Zapponeta e Rignano Garganico. Nonostante i solleciti negli anni ai Comuni del CTI di versare la quota di partecipazione del canone di locazione, ogni onere è stato sempre sostenuto dal solo Comune di Manfredonia, ad esclusione della quota versata dal Comune di Mattinata.

Una spesa di quasi 50mila euro all’anno divenuta ormai insostenibile per il comune sipontino, anche in virtù del monitoraggio della Corte dei Conti che nel 2017 ha invitato a disporre misure concrete per ridurre le spese.

Ecco quindi con delibera di Giunta dell’ottobre 2018 la decisione di disdire il contratto d’affitto in via Tribuna e di individuare come nuovi locali per il Centro dell’Impiego gli uffici posti al primo piano della sede del palazzo della Sorgente fino ad oggi utilizzati come ufficio informazione al pubblico degli impianti termici, che si trasferisce al piano terra della sede comunale di Piazza del Popolo, e come sala dei matrimoni civili, che come da regolamento modificato nel corso dell’ultimo consiglio comunale si potranno celebrare d’ora in poi, oltre che presso Palazzo dei Celestini, presso la Sala delle Vetrate e nell’Aula Consiliare.

 

Maria Teresa Valente

COMMENTI

WORDPRESS: 0