“L’AMMINISTRAZIONE D’ARIENZO HA AUMENTATO ANCORA LA TARI”

Nella seduta del Consiglio Comunale di venerdì 1 marzo, l’Amministrazione CambiaMonte/PD del Sindaco d’Arienzo ha fatto un altro sgradevole regalo ai

Carnevale di Manfredonia il programma di Lunedi 12 Febbraio
CORSO PR TURISMO E HOSPITALITY MANAGEMENT
Operai Manfredonia Vetro in sciopero della fame, Riccardi: “Vicinanza mia e dell’intera città”

Nella seduta del Consiglio Comunale di venerdì 1 marzo, l’Amministrazione CambiaMonte/PD del Sindaco d’Arienzo ha fatto un altro sgradevole regalo ai montanari aumentando di nuovo la TARI (tassa rifiuti): dopo l’aumento del 20% dello scorso anno, un ulteriore aumento, questa volta dell’8%; in meno di due anni la tassa è aumentata del 30% circa! E non è finita qui, perché l’Amministrazione ha già annunciato che nei prossimi anni ci saranno altri aumenti!

Nessuno dimentica quando, negli anni passati, il Partito Democratico raccontava ai cittadini che con loro a Palazzo di Città mai sarebbe aumentata la TARI; nessuno dimentica le promesse della campagna elettorale di d’Arienzo, del PD e di CambiaMonte che con loro tutto sarebbe andato bene e che mai avrebbero aumentato la TARI, anzi l’avrebbero diminuita: nulla di più falso!

Con il PD, con d’Arienzo e con CambiaMonte solo una cosa è diminuita: la percentuale di raccolta differenziata che, in 20 mesi di malgoverno, è precipitata rispetto all’altissima percentuale del 2014 e questo nonostante ci sia la raccolta porta a porta, siano stati eliminati i cassonetti e sia funzionante il CRC; una diminuzione che costerà cara ai cittadini perché, quando in discarica si porta solo indifferenziato, il contributo da pagare è alto. Serve un nuovo, serio, sistema di gestione dei rifiuti che premia le virtualità, ma soprattutto una attenta analisi costi benefici del servizio alla luce delle novità introdotte con la raccolta porta a porta e il conferimento presso il CRC.

Purtroppo, nonostante i Consiglieri di opposizione abbiano posto il problema dell’aumento della TARI e abbiano fatto una proposta corretta e concreta per evitare questo aumento (diminuzione delle spese di viaggi e vacanze di qualche assessore e di contributi a pioggia), l’Amministrazione d’Arienzo, CambiaMonte e il PD non ne hanno voluto sapere e l’hanno respinta.

È chiaro che l’Amministrazione d’Arienzo è fuori dalla realtà: nessuno di loro si accorge che la città sta morendo e che il calo demografico è sempre più incessante. Stanno aumentando le spese – che potremmo definire “pazze” – spandendo e concedendo contributi a pioggia senza nessun piano concreto di rilancio del Turismo e della Cultura. La superficialità con cui CambiaMonte e il PD, in 20 mesi, hanno speso 250 mila euro ha vanificato anche gli sforzi delle Associazioni culturali per rendere attrattiva la nostra Città: tutte le manifestazioni non hanno avuto la necessaria pubblicizzazione oltre i confini cittadini, tanto da causare totale assenza di flussi di visitatori avvertita dagli operatori economici nei giorni in cui quelle iniziative si sono svolte.

Il Sindaco, lo scorso anno, aveva scritto una “letterina” ai cittadini dicendo che “l’aumento di tasse più bello di sempre” sarebbe servito per migliorare la raccolta differenziata e i servizi, per favorire il Turismo e rilanciare la Cultura: nulla di più falso! Il Sindaco, convinto che la gente possa ancora seguirlo nei suoi proclami, oggi racconta che in 20 mesi hanno fatto tanto. Ebbene, facciamo un sunto di quanto fatto in 20 mesi – dal punto a) al punto c) tutto ciò che di positivo(?) hanno fatto:

  1. a) Boh
  2. b) Boh
  3. c) Boh
  4. d)Licenziamento Co.Co.

Qualcosa è stata fatta, in effetti:

  • Aumento dello stipendio del Sindaco;
  • Assunzione silenziosa del Sindaco comeCo.Co.Co. alla Regione Puglia, questione, questa, per la quale i tanti laureati disoccupati di Monte, attendono ancora una risposta credibile;
  • Indizione di concorsi per assumere altri due Geometri, come se Monte abbia bisogno di altre costruzioni!

Nonostante gli accorati appelli di Forza Italia e delle Forze politiche di opposizione presenti in Consiglio, i Consiglieri di CambiaMonte non fanno nulla per evitare che l’Amministrazione PD continui a danneggiare la città. Forse uno spiraglio all’orizzonte c’è e speriamo che quanto prima diventi un raggio di sole in un cielo grigio. Durante il voto per la concessione del terreno al Parco Nazionale del Gargano, l’Assessore Agnese Rinaldi, che è anche Consigliere comunale, in chiaro disaccordo con la maggioranza ha lasciato l’aula e non ha votato.

FORZA ITALIA auspica che l’abbandono dell’aula da parte dell’Assessore Agnese Rinaldi non sia un breve momento di critica verso l’atteggiamento arrogante soprattutto di qualche Assessore, ma sia un messaggio chiaro per CambiaMonte; ci aspettiamo dall’Assessore Agnese Rinaldi uno scatto di orgoglio e di senso del bene per Monte: lasci quella barca perché rischia di affondare e, cosa peggiore, rischia di far affondare il futuro di Monte e dei montanari. (Fonte: Forza Italia – sez. di Monte Sant’Angelo)

COMMENTI

WORDPRESS: 0