Canosa: domenica al “San Sabino” arriva la corazzata Manfredonia

E. Roosvelt che diceva che il futuro appartiene a coloro che credono alla bellezza dei propri sogni. Bene, è proprio quello che i rossoblù dovranno fa

Manfredonia. Avviso di convocazione del Consiglio comunale
La devastazione all’interno di Euronics, danni per migliaia di euro
Mattinata: attentarono con coltello la vita di un ragazzo, dopo risarcimento ecco la sentenza

E. Roosvelt che diceva che il futuro appartiene a coloro che credono alla bellezza dei propri sogni. Bene, è proprio quello che i rossoblù dovranno fare e cioè crederci perché nulla è impossibile se solo lo si desidera.

Il match che andrà in scena al “San Sabino” vedrà opposte il Canosa Calcio che vuole continuare a stupire e la corazzata Manfredonia che, attuale seconda forza del campionato, farà di tutto per vincere il campionato. Si preannuncia una gara infuocata, tesa e ricca di emozioni a non finire. Una partita che sarà molto sentita da ambedue le parti e che meriterebbe ben altro scenario perché il campionato di Prima Categoria, di certo non compete alle due città.

Il Canosa Calcio ha fame di risultati, vuole risalire la china dopo annate non troppo esaltanti e la partita contro i sipontini, rappresenta una ghiotta occasione per dimostrare ciò. Certo, contro il Manfredonia non sarà facile ed è per questo che sarà necessario il dodicesimo uomo in campo, fondamentale per raggiungere un obiettivo prestigioso. I tifosi rossoblù hanno già dato prova, durante l’arco della stagione, di essere vicini alla squadra e l’entusiasmo da inizio stagione è alle stelle. Questa città merita ben altri campionati, merita il salto di categoria al quale mister Gianluigi Trallo, insieme alla dirigenza e ai suoi giocatori, sta lavorando da inizio stagione. Le motivazioni per fare bene sono tantissime e fra queste c’è anche quella di vendicare il risultato dell’andata che punì in maniera forse troppo esagerata la compagine rossoblù. Era un momento complicato per i nostri beniamini quello e a distanza di tempo però, la realtà è molto diversa da allora. I rossoblù vengono da otto risultati utili consecutivi ( 7 vittorie e 1 pareggio) e hanno dato più volte dimostrazione che la squadra sia ben quadrata e umile, ingrediente fondamentale nelraggiungimento di qualsiasi obiettivo. C’è voglia di stupire, di lottare, di sudare la maglia, cosa che a Canosa non si vedeva da tempo. Ci sono margini di miglioramento che potranno essere perseguiti e conseguiti solo con l’unione di intenti e tanta volontà.

Mister Gianluigi Trallo, dal canto suo sa come si fa perché durante la sua carriera sia da giocatore che da allenatore, è riuscito a sfatare molti tabù e sa benissimo, come tutti del resto, che le cose impossibili esistono per stimolare l’individuo e il collettivo a farle diventare pura e incontestabile realtà. Non dimentichiamoci che i rossoblù sono stati gli unici insieme proprio ai sipontini, a riuscire a fermare la capolista Sly United. Un risultato del quale vantarsi certo, ma che deve anche suscitare tanto orgoglio in ogni giocatore perché sa più di impresa quella dei nostri beniamini rispetto a quella del Manfredonia. Pensare al passato però non serve perché è necessario badare al presente e a ciò che domenica al San Sabino andrà in scena. I rossoblù dovranno fare a meno di due certezze, di due colonne portanti di questa squadra e cioè capitan Nicola Landolfi e Gino Manasterliu, entrambi espulsi in quel di Molfetta contro il Borgorosso. Due assenze alle quali si cercherà di sopperire al cospetto di una vera e propria corazzata che avrà l’obbligo dal canto suo di vincere per restare attaccata alla capolista Sly United. Non vincere a Canosa per i sipontini sarebbe una specie di autogol perché porterebbe a una netta diminuzione delle loro possibilità di promozione diretta. I canosini, terzi in classifica a meno otto dai sipontini, avranno l’obbligo di provarci e di vincere per confermarsi al terzo posto e mandare un segnale diretto e importante a tutto il campionato.

Vincere darebbe anche la possibilità di accorciare proprio sul Manfredonia e portarsi a meno cinque punti, ma questi sono discorsi che lasciano il tempo che trovano perché prima di fare calcoli, il risultato del campo è l’assoluta priorità. In città c’è fervore e attesa in vista del big match di domenica e la prevendita dei biglietti continua spedita. Il Canosa si affiderà fra i pali alla certezza Crisantemo, un ragazzo umile che nel corso della stagione è emerso, facendo molto spesso la differenza. Sulla sinistra merita citazione anche Cardinale che sta ripagando tutta la fiducia della società, senza dimenticare il duo Ardito-Caputo che sarà chiamato a dare prova della propria forza. Ovviamente, i rossoblù faranno anche affidamento a un giocatore che ha tanta esperienza e che ha calpestato palcoscenici molto più importanti e cioè Gigi Lasalandra che domenica scorsa ha dato prova del suo indiscutibile talento. Sarà necessario anche lui con il suo estro alla causa rossoblù che quindi domenica riceverà una compagine che fino a questo momento ha collezionato solo una sconfitta in casa della Sly United per 3-1 nel girone d’andata. Ciò la dice lunga sul valore di una rosa che si presenterà al San Sabino con il secondo miglior rendimento esterno caratterizzato da otto vittorie, un pareggio ed una sconfitta.

Tra l’altro, per gli amanti delle statistiche, detiene il miglior attacco dell’intero raggruppamento con 93 reti realizzate, mentre dal punto di vista difensivo sono 16 le reti subite( terza miglior difesa dietro Sly United con sette reti subite e Canosa con quindici reti subite). I giocatori che i sipontini annoverano nella propria rosa non hanno bisogno di presentazioni: basti pensare al capocannoniere Pasquale Trotta autore di ben 30 reti, o a Francesco Grumo autore di otto reti, senza dimenticare Mastrapasqua e Santoro con sei reti all’attivo. Insomma, ci sarà da lottare e da battagliare ma la tifoseria è e sarà fidente nei confronti dei propri beniamini che saranno chiamati a una prova di forza.

Ci sono tutti gli ingredienti per assistere a un match memorabile in questa 21a giornata di Prima Categoria che vedrà fra le altre il Borgorosso Molfetta far visita al Manfredonia Football Club, lo Stornarella essere ricevuto dalla Gioventù Calcio Cerignola e la Sly United ospitare il Foggia Incedit. L’attesa cresce e si prevede una partita al cardiopalma.

Sabino Del Latte

COMMENTI

WORDPRESS: 0