Pareggio con “Inganno” al Miramare

Non c’è altro termine per descrivere la “farsa” andata in scena al “Miramare” questo pomeriggio dinanzi ad una cornice di pubblico da Serie D. Manf

Carnevale di Manfredonia : Fumata Nera
Lega Puglia, si lavora alla venuta di Matteo Salvini „
MANFREDONIA-CANOSA, DESIGNATO L’ARBITRO DELLA GARA

Non c’è altro termine per descrivere la “farsa” andata in scena al “Miramare” questo pomeriggio dinanzi ad una cornice di pubblico da Serie D.

Manfredonia ed United Sly impattano sull’1-1 al termine di una gara maschia ben oltre ai limiti del regolamentare, grazie ad un arbitraggio, a dir poco osceno, del signor Nico Valentini di Brindisi che sin dai primi minuti aveva messo in luce tutte le carenze tecniche e caratteriali, definendole tali per non pensar male.

Pronti via ed il Manfredonia fa la partita: al 15′ assolo di Tristano e palla in rete alla sinistra di Loliva.

I baresi, meno brillanti del solito, si affidano al gioco duro e a farne le spese è Laboragine con una grossa ferita sul capo e Trotta, ammonito dopo una rissa col presidente dello Sly Quarto (Si, avete capito bene!).

I “calci” dello Sly e lo show del suo presidente proseguono anche nella ripresa, ma a farne le spese saranno gli ammoniti Ciribe, Monaco, Grumo e Stoppiello più l’espulso Ola per il Manfredonia. Tutti illesi i baresi.

Il gol del pari? Ovviamente su rigore dubbio dopo non averne fischiato uno solare ai sipontini appena 25 secondi prima.

È l’epilogo di un match (e di un campionato) da cui fuggire al più presto, magari passando dai playoff o a seguito di un ripescaggio.

Sperando di non ritrovarci più presidenti, che dopo aver scatenato risse, essere entrato in campo a più riprese ed intimorito avversari ed arbitro non vada davanti ai microfoni a parlare male dei manfredoniani… Sì, anche questo è successo oggi, nel grande Inganno.

COMMENTI

WORDPRESS: 0