PARTECIPAZIONE PUBBLICA PER IL PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E DELLA TRASPARENZA

                    La corruzione, ossia l’abuso di potere istituz

video: Oasi Lago Salso, ripresa molto lenta
COMMISSIONE ANTIMAFIA AL COMUNE: PROROGA DI ULTERIORI TRE MESI
Puglia, mafie nell’economia: è allarme per il riciclaggio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La corruzione, ossia l’abuso di potere istituzionale per vantaggi personali, è fra i fenomeni più dannosi della nostra epoca. Il danno annuale causato in Italia dalla corruzione corrisponde a una impressionante quantità di denaro che potrebbe essere altrimenti e meglio impiegato.

Non esistono cause dirette che determinano la corruzione; esistono, invece, dei contesti che possono costituire terreno fertile per l’inverarsi di fenomeni corruttivi e, in particolare, quei processi ad alto contenuto discrezionale. Proprio per contrastare il fenomeno della corruzione, il Legislatore, dopo laboriosi e infruttuosi tentativi, è riuscito ad adottare un atto normativo di notevole impatto sull’organizzazione e il funzionamento delle amministrazioni pubbliche: la legge 6 novembre 2012, n. 190.

Essa  ha introdotto l’obbligo, per ciascuna Amministrazione pubblica, di redigere ogni anno un Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione, finalizzato a garantire il buon governo della cosa pubblica e individuare un soggetto interno, che nel comune di Manfredonia è stato individuato nella persona della segretaria generale Galantino, quale responsabile della prevenzione della corruzione e dell’invio dello stesso PTPCT all’Autorità Nazionale Anticorruzione.

Il Piano è un documento di natura programmatica che riporta tutte le misure di prevenzione obbligatorie per legge e quelle individuate, sulla base delle proprie caratteristiche, da ogni Amministrazione. In esso si delinea un programma di attività derivante da una preliminare fase di analisi che, in sintesi, consiste nell’esaminare l’organizzazione, le sue regole e le sue prassi di funzionamento in termini di ‘possibile esposizione’ al fenomeno corruttivo.

Il Comune di Manfredonia, nell’ambito delle iniziative e delle attività condotte in materia di trasparenza e di interventi per la prevenzione e il contrasto della corruzione, su proposta del Responsabile Anticorruzione, deve approvare l’aggiornamento del Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza (PTPCT) valevole per il triennio 2019-2021 (qui è possibile leggere il Piano 2018/2020) .

La segretaria generale, la dottoressa Giuliana Galantino, ha predisposto, a tale scopo, l’Avviso di partecipazione pubblica volto ad “avviare un percorso partecipativo aperto ai cittadini, alle organizzazioni sindacali, alle associazioni dei consumatori e degli utenti, agli ordini professionali e imprenditoriali, ai portatori di interessi diffusi e, in generale, a tutti i soggetti che fruiscono delle attività e dei servizi prestati dal Comune di Manfredonia”.

Tutti i soggetti interessati potranno far pervenire, tramite l’apposito modello ed entro le ore 12.00 di mercoledì 20 febbraio 2019, le proprie proposte e osservazioni per l’aggiornamento del Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza – triennio 2019/2021, con le seguenti modalità:

– posta elettronica al seguente indirizzo: segretariogenerale@comune.manfredonia.fg.it
– posta elettronica certificata al seguente indirizzo: segreteria@comunemanfredonia.legalmail.it
– consegna diretta presso l’Ufficio Protocollo del Comune di Manfredonia, in piazza del Popolo n. 8.

Cliccare qui per leggere e/o scaricare l’Avviso pubblico e il fac simile di modello per la raccolta delle proposte e/o osservazioni

 

Matteo Fidanza
Ufficio Stampa – Città di Manfredonia

COMMENTI

WORDPRESS: 0