“TUTELARE I DIPENDENTI DELL’ASP MAR ANNA RIZZI”

Di seguito, una nota del consigliere regionale Giannicola De Leonardis. “Il 2019 ha portato un licenziamento collettivo per i dipendenti della

GRAVE INCIDENTE PRESSO LIDO LA BUSSOLA: SCONTRO TRA UN PULLMAN DI TURISTI E UN’AUTO
Tripletta di un grande Pasquale Trotta, Manfredonia espugna Canosa
Nel Foggiano, persona uccisa durante battuta di caccia

Di seguito, una nota del consigliere regionale Giannicola De Leonardis.

“Il 2019 ha portato un licenziamento collettivo per i dipendenti della casa di riposo ‘Anna Rizzi’ Asp Smar di Manfredonia, già duramente provati da 12 mensilità arretrate, e che pagano sulla propria pelle una situazione non dipendente in alcun modo dal loro lavoro e dalla loro volontà. La società cooperativa Carmine, consorziata Re Manfredi e operante appunto nell’Asp Mar Anna Rizzi, è in attesa dalla stessa del pagamento di un cospicuo pregresso, e per questo – secondo autorevoli fonti sindacali – ha deciso di far partire le procedure di licenziamento collettivo, rivalendosi sui lavoratori nonostante l’utilità per la collettività delle prestazioni erogate, servizio pubblico calpestato in maniera discutibile e preoccupante. Con il silenzio assordante della Regione Puglia.
Per questo sollecito l’assessore al Welfare Salvatore Ruggeri a fare piena chiarezza su questa vicenda, attraverso verifiche ispettive e contabili, per accertare responsabilità e dinamiche. Ed intervenire di conseguenza, anche attraverso un’interlocuzione autorevole e un confronto con le parti per cercare e trovare una soluzione per tutelare i lavoratori, le loro famiglie e gli ospiti della casa di riposo, tutte vittime di una lunga serie di errori, ritardi, mancanze, comportamenti discutibili e ingiustificabili”.

COMMENTI

WORDPRESS: 0