Borgo Mezzanone, 40enne ghanese accoltellato sulla ‘pista’

  la vittima si è presentata con il braccio sanguinante all'infermeria del Centro di Accoglienza per Richiedenti Asilo della borgata, chiedend

Manfredonia, arrestata dalla polizia
Da vittima di tentato omicidio alle manette. Stalker ai domiciliari.
Manfredonia, addio metrò del mare

 

la vittima si è presentata con il braccio sanguinante all’infermeria del Centro di Accoglienza per Richiedenti Asilo della borgata, chiedendo aiuto. Sull’accaduto sono in corso le indagini della polizia.

 

Nessuna indicazione utile all’individuazione degli aggressori è venuta dal 40enne. E’ il terzo episodio di violenza registrato nell’ultima settimana nella cosiddetta ‘pista’ di Borgo Mezzanone, ovvero il ghetto che sorge nei pressi del Cara:  prima di lui, infatti, un 20enne maliano è stato ferito alla gola da un fendente, e un 32enne nigeriano è finito in ospedale per ferite giudicate guaribili in 30 giorni.

 

COMMENTI

WORDPRESS: 0