Mattinata, azienda di calcestruzzo nociva per salute pubblica. Sigilli alla TFM

Del 11 Oct 2017 in Attualità, News

La ditta T.F.M. S.r.l., legalmente rappresentata dal signor Bisceglia Vincenzo, con sede in Mattinata alla Strada Comunale San Benedetto, catastalmente identificata al F. 34, p.lle 110, 150, 398, 400, 502, 503, 506, 540, tutta in area Parco Nazionale del Gargano, non ha alcuna autorizzazione per lo svolgimento dell’attività industriale in funzione. Inoltre dal controllo si è accertato che l’azienda non possiede alcuna autorizzazione a svolgere attività di produzione di calcestruzzo come ai sensi del D.lgs 152/2006 Parte V, All. IV, Parte II lett. aa)”.

Un’ordinanza del sindaco di Mattinata, Michele Prencipe – redatta dopo la nota acquisita dai carabinieri forestali di Manfredonia – ha ordinato la cessazione immediata dell’attività industriale di produzione di calcestruzzo e dell’intera attività industriale, “poichè – si legge sul documento – esercitata senza alcuna autorizzazione e nociva e dannosa per la salute pubblica, finchè non saranno adottati gli strumenti e i meccanismi idonei ad eliminare la predetta situazione di pericolo”.

L’inottemperanza al provvedimento comporterebbe l’applicazione dell’articolo 650 del codice penale e delle altre sanzioni di legge. “Contro la presente ordinanza – è scritto infine – l’interessato può presentare ricorso, entro 60 giorni dalla notifica del presente provvedimento, al T.A.R. Puglia Bari o, entro 120 giorni dalla notifica del presente provvedimento, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica”.

Condividi

  »

Commenta