Il 2 e 3 agosto torna per il sesto anno consecutivo la campagna “Ma il mare non vale una cicca?”

l 2 e 3 agosto torna per il sesto anno consecutivo la campagna promossa da Marevivo per proteggere il mare dall’abbandono dei mozziconi. Saranno distr

Il TAR Puglia respinge il ricorso degli ambulanti baresi per lo spostamento del mercato settimanale
bici gratis a Manfredonia
Frane e alluvioni Puglia regione a rischio

l 2 e 3 agosto torna per il sesto anno consecutivo la campagna promossa da Marevivo per proteggere il mare dall’abbandono dei mozziconi.

Saranno distribuiti 120.000 posacenere su oltre 400 spiagge italiane, comprese 22 Aree Marine Protette.

Un ponte lungo 500 km che collega Roma e Cagliari: tante sono le cicche di sigaretta che ogni estate potrebbero essere risparmiate al mare.

Come ogni anno, la campagna è promossa dall’associazione Marevivo in collaborazione con JTI (Japan Tobacco International), con il supporto del Sindacato Italiano Balneari, ilpatrocinio del Ministero dell’Ambiente e il sostegno del Corpo delle Capitanerie di Porto. Testimonial dell’edizione 2014 Massimiliano “Max” Giusti, attore, comico, conduttore televisivo, doppiatore e imitatore, che ha deciso di sostenere la campagna, condividendo l’impegno di Marevivo a difesa del mare italiano.

Saranno 42 le località della Puglia coinvolte nell’iniziativa, tra le spiagge e gli stabilimenti balneari di Margherita di Savoia, Vieste, Marina di Lizzano, Castellaneta Marina, Chiatona, Marina di Leporano, San Cataldo, Pescoluse, Santo Spirito, Giovinazzo, Giovinazzo – Località Trincea, Savelletri, Gallipoli – Punta della suina, Manfredonia, Siponto, Zapponeta, Bisceglie, Barletta.

Partepano attivamente alla campagna anche le Aree Marine Protette Torre Guaceto, Porto Cesareo e Isole Tremiti, l’Ente Parco Nazionale del Gargano e, infine, i Comuni di Monopoli e Torricella.

Il Centro Cultura del Mare A.P.S di Manfredonia con i patrocini del Comune di Manfredonia- Assessorato all’Ambiente e dell’AICS,  in collaborazione con le Associazioni: “L’Isola che non c’è”, FIDAS di Zapponeta e Daunia Tur di Manfredonia, ha aderito alla campagna nazionale promossa dall’Associazione Marevivo “Ma il Mare non vale una cicca?”. Il 2 e 3 agosto, i volontari delle Associazioni distribuiranno ai bagnanti dei  posacenere tascabili, lavabili e riutilizzabili. 

L’iniziativa, che ogni anno avvicina e informa migliaia di bagnanti, intende  promuovere un gesto semplice, da cui dipende però l’integrità delle nostre spiagge e dei nostri mari: riporre il mozzicone di sigaretta nell’apposito posacenere anziché abbandonarlo sulla spiaggia.

Infatti, se stimiamo un consumo medio di 12 sigarette al giorno per fumatore (dati dell’Istituto Superiore della Sanità), si può ragionevolmente affermare che sono oltre 16 milioni le cicche risparmiate al mare e alla spiaggia per effetto delle sei edizioni, per un totale di oltre mezzo milione di posacenere distribuiti.

“Basta con i mozziconi sulla spiaggia e in mare, una volta e per tutte impariamo a considerare la cicca di sigaretta per quella che è effettivamente: un rifiuto e, come tale, va gettato in maniera corretta. Nulla più di una semplice cicca di sigaretta dimostra quanto possiamo fare tutti, ogni giorno e con i gesti più semplici, per migliorare l’ambiente che ci circonda – ha commentato Carmen Di Penta, Direttore Generale di Marevivo – Anche quest’anno la nostra iniziativa ‘Ma il mare non vale una cicca?’ mostra come, attraverso l’impegno di tutti e assumendo comportamenti più responsabili e rispettosi dell’ecosistema marino, si possa difendere e tutelare le nostre spiagge e le nostre coste.

Anni d’inquinamento possono essere scontati agli oceani se si evita di disperdere nell’ambiente i rifiuti, anche i più piccoli: un mozzicone di sigaretta, ad esempio, impiega da 1 a 5 anni prima della completa degradazione. Il problema può sembrare contenuto se considerato su scala individuale, ma assume dimensioni importanti a livello aggregato: basti pensare che i mozziconi di sigaretta, al primo posto nella lista dei 10 rifiuti più raccolti nelle strade, costituiscono tra il 30 e il 40% dei rifiuti nel Mar Mediterraneo (dati del Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente – UNEP).

Questi numeri spiegano l’importanza della campagna “Ma il mare non vale una cicca?” e vanno associati ai risultati potenziali dell’iniziativa, che quest’anno coinvolge anche 22 aree marine protette.

Ogni posacenere può contenere fino a un massimo di sei mozziconi, e ipotizzando che venga riempito e svuotato due volte al giorno (ogni fumatore consuma una media di 12 sigarette al giorno – dati Istituto Superiore Sanità), si può calcolare che verranno risparmiati al mare 1.440.000 mozziconi al giorno (120.000 posacenere x 12 mozziconi), 2,8 milioni considerando soltanto i due giorni della campagna.

Manfredonia – Zapponeta, i siti coinvolti nell’iniziativa:


Sabato 2 agosto 2014 – Manfredonia

 

ore 9,30   :  Baia Lucio Dalla “ L’Isola che non c’è “ c/o Acqua di Cristo –

ore 10,30 : Cala “Acqua di Cristo”  Manfredonia

ore 11.00.  Spiaggia libera c/o  “Euro Parcheggio”  Zapponeta.

 

Domenica 3  agosto 2014 –


ore 9.00    –   Spiaggia libera  – Zapponeta

ore 10,00   –  41° Parallelo Beach – Lungomare del Sole – Siponto

ore 10,30      Cala Acqua di Cristo

ore 11.00     -Spiaggia libera – Lungomare del Sole  – Siponto –

 Per lasciare un rifiuto ci metti un secondo. La spiaggia se lo ricorderà per anni.

false

COMMENTI

WORDPRESS: 0